Il QR Code nella fatturazione elettronica

Il QR-Code è stato pensato per ridurre i tempi durante la fase di creazione di una nuova e-fattura. Questo codice infatti visualizza, in un formato codificato, i dati del titolare di partita iva. Una volta generato, può essere memorizzato su smartphone, tablet, ecc. o anche stampato su carta, per essere poi mostrato al fornitore, consentendogli di acquisire velocemente l’anagrafica del cliente, con tutti i dati richiesti per la fatturazione, compreso l’indirizzo per la trasmissione, evitando così di doverli digitare manualmente, agevolando la fatturazione ed escludendo eventuali errori di trascrizione.

Come generare il QR-Code

Esistono due metodi per generare il qr-code. Uno tramite il portale dell’Agenzia delle Entrate Fatture e Corrispettivi, l’altro tramite il proprio cassetto fiscale.

In questa pagina si può leggere di come accedere al servizio Fatture e Corrispettivi dell’Agenzia delle Entrate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *