Come fare una fattura elettronica

Quattro fasi della fatturazione elettronica

Il ciclo di vita di una fattura elettronica si può suddividere in quattro passaggi fondamentali:

  • creazione;
  • applicazione della firma digitale qualificata;
  • invio al Sistema Di Interscambio (SDI);
  • conservazione sostitutiva.

Vediamo ora nel dettaglio questi quattro punti.

Creazione della fattura elettronica

La fattura elettronica, è un file xml in formato FatturaPA, che può essere creato con un’applicazione gestionale per la fatturazione elettronica. Il mercato offre un’ampia scelta di applicazioni gestionali, sia nel cloud che da installare sul computer, con prezzi che variano in base alle funzionalità ed alle prestazioni.

Applicazione alla fattura elettronica della firma digitale qualificata

La firma digitale qualificata è un file incluso successivamente nella fattura elettronica, che ne certifica l’autenticità, l’integrità e la leggibilità sino alla data di fine conservazione.

La fattura elettronica può essere firmata personalmente, munendosi di uno tra i dispositivi disponibili (smartcard o chiavetta USB), altrimenti delegando uno tra i servizi disponibili su internet. Questi servizi, in genere, includono il ciclo di firma, invio e conservazione, ed alcuni anche il gestionale per la fatturazione elettronica.

Invio della fattura elettronica al Sistema Di Interscambio

La fattura elettronica ora è pronta per essere inviata al SDI.

Il Sistema Di Interscambio (SDI) è un sistema gestito dall’Agenzia delle Entrate che si occupa di effettuare dei controlli sulle fatture elettroniche e successivamente dell’invio ai destinatari.

Anche per la gestione dell’invio abbiamo diverse opzioni. Possiamo fruire dei servizi offerti in rete o altrimenti provvedere personalmente, inviando la fattura elettronica allegata ad una email, che ha come mittente un indirizzo di Posta Elettronica Certificata (PEC) oppure via web, servizio SDICoop, servizio SDIFTP, servizio SPCoop.

Qui la pagina di FatturaPA per approfondire sulle modalità di invio.

Conservazione sostitutiva della fattura elettronica

In questo caso non possiamo usare un nostro hard-disk per salvare il file della fattura elettronica. Le stringenti regole imposte per la conservazione del documento, ci obbligano a fruire dei servizi specializzati offerti dalle aziende presenti su internet.

Conclusioni

Come abbiamo visto ci sono alcune aziende che offrono il pacchetto completo, altre invece solo una parte di servizi, dando così la possibilità di adottare soluzioni alternative. 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *